Editoria

04 novembre 2009 | 20:01

GIORNALISTI: FNSI, DOMANI GIORNATA EUROPEA DI MOBILITAZIONE

GIORNALISTI: FNSI, DOMANI GIORNATA EUROPEA DI MOBILITAZIONE
MANIFESTAZIONE A ROMA PER ‘STAND UP FOR JOURNALISM’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 4 NOV – “Domani, giovedì 5 novembre, in tutta Europa si celebrerà  la giornata ‘Stand up for Journalism’, un appuntamento annuale che vede tutti i giornalisti dei Paesi Europei manifestare a favore della libertà  di stampa e del ruolo dell’informazione”. A ricordarlo, in una nota, è la Federazione nazionale della stampa che ha promosso una giornata di dibattito sul tema ‘L’informazione e libertà  – Giornata europea per la dignità  del giornalismo e delle funzioni di garanzia democraticà . L’appuntamento, sottolinea la Fnsi, è per le 10.30 nella sede del sindacato a Roma (Corso Vittorio Emanuele II, 349), sala Walter Tobagi. Parteciperanno al dibattito: il segretario Generale della Fnsi, Franco Siddi; il presidente dell’Associazione nazionale magistrati, Luca Palamara; il relatore delle nuove norme sulle intercettazioni, senatore Roberto Centaro; il senatore Felice Casson; il presidente dell’Unione nazionale cronisti, Guido Columba, e il Presidente della Fnsi Roberto Natale. Interverranno anche esponenti delle forze sindacali e sociali che hanno aderito all’iniziativa del 3 ottobre scorso a Piazza del Popolo. Si tratta, spiega la Federazione della stampa, di una “grande iniziativa di impegno civile per la difesa della dignità  del giornalismo in Europa e nel mondo e per un esercizio corretto e responsabile della professione. Dopo la lunga crisi finanziaria che sta coinvolgendo il mondo intero e che ha interessato in ogni Paese il settore dei media (calo della diffusione dei giornali, pesante riduzione degli introiti pubblicitari e forte contrazione degli organici redazionali con licenziamenti di giornalisti e pesante ricorso agli ammortizzatori sociali) il futuro dell’informazione è gravido di incognite. La Federazione Europea dei giornalisti ha lanciato una campagna per sottolineare il valore di servizio pubblico dei media e della qualità  del giornalismo e per mettere in rilievo l’importanza di una società  fondata sui valori del dialogo e della libertà  di stampa”.