New media

05 novembre 2009 | 17:15

INTERNET: UE, PRIMO PASSO VERSO PROTEZIONE UE DIRITTI AUTORE

INTERNET: UE, PRIMO PASSO VERSO PROTEZIONE UE DIRITTI AUTORE
(AGI) – Bruxelles, 5 nov. – Bruxelles apre la strada a limitazioni dell’accesso ad internet per chi scarica illegalmente musica o film. L’accordo raggiunto a Bruxelles tra Parlamento, Consiglio e Commissione fissa procedure ben precise per l’adozione di misure restrittive, che dovranno in particolare essere “appropriate, proporzionali e necessarie all’interno di una societa’ democratica” e rispettare i principi della Carta europea dei diritti dell’uomo, anche nel caso d’urgenza. Era l’ultimo punto rimasto ancora aperto del pacchetto di riforma delle telecomunicazioni proposto dalla Commissione europea nel novembre 2007 per rafforzare ulteriormente la concorrenza sui mercati, facilitare la diffusione di internet ad alta velocita’ e istituire un organismo europeo di regolamentazione delle telecomunicazioni per completare il mercato unico delle telecomunicazioni e servizi. Secondo Viviane Reding, commissaria europea responsabile del settore, “l’accordo raggiunto non ha precedenti in tutto il mondo e rappresenta un forte segnale che l’Unione europea prende molto sul serio i diritti fondamentali, in particolare quando si tratta di societa’ dell’informazione”. Dopo una votazione finale in Parlamento e al Consiglio nel mese di novembre, queste riforme potrebbe entrare in vigore all’inizio del 2010. I paesi dell’Ue avranno quindi 18 mesi per recepire le nuove disposizioni nella loro legislazione nazionale. Secondo la Reding, “aumenteranno gli investimenti nei mercati delle telecomunicazioni, si apriranno nuove frequenze per i servizi mobili, mentre l’Internet a banda larga raggiungera’ tutti gli europei”.