AGIAFRO:MAROCCO,A FORUM FES IL RUOLO DEI MEDIA PER DIALOGO

AGIAFRO:MAROCCO,A FORUM FES IL RUOLO DEI MEDIA PER DIALOGO
Fes – ‘Media e Comunicazione: posta in gioco e sfide del terzo millenario’ e’ il tema della terza edizione del Forum di Fes sull’Alleanza internazionale delle Civilta’ che si svolgera’ nella citta’ marocchina dal 15 al 17 novembre. Organizzato dal Centro interdisciplinare di Studi strategici e interdisciplinari del Marocco, il Forum vedra’ la partecipazione di professionisti dell’informazione provenienti da tutto il mondo, rappresentanti di numerose reti televisive, ministri, alti funzionari, politici e dirigenti di importanti enti collegati all’industria dell’informazione. Vi saranno rappresentati anche ampi settori della societa’ civile, come esponenti del mondo accademico e scientifico di tutti i continenti. In una conferenza stampa di presentazione dell’evento, il presidente del Forum di Fes, Abdelhak Azzouzi, ha spiegato che nella tre giorni “si cerchera’ soprattutto di dissipare malintesi e pregiudizi, e di respingere gli stereotipi che avvelenano i rapporti tra l’Occidente e il mondo musulmano”. Secondo Azzoui, “e’ importante che i media acquisiscano e sviluppino la capacita’ di comprendere l’altro, coinvolgendolo in un dialogo rispettoso”, tenendo conto che la cooperazione positiva tra civilta’ e’ un’impellente necessita’ per il rafforzamento della sicurezza internazionale e della stabilita’ del pianeta”. Le giornate di Fes si articoleranno in intense discussioni su temi di scottante attualita’, come la globalizzazione e il dialogo tra le culture, le relazioni tra media e politica, e l’effetto del messaggio mediatico sull’opinione pubblica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari