TLC

10 novembre 2009 | 10:09

Tlc: banda larga, giusto bloccare i fondi (MF)

10 Nov 2009 08:40 CEST Tlc: banda larga, giusto bloccare i fondi (MF)

MILANO (MF-DJ)–La sua e’ un’opinione decisamente controcorrente. E che pesa. Mario Valducci, presidente della Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera, e’ colui che, poco piu’ di un anno fa, ha aperto le danze sulla banda larga con un’indagine conoscitiva sul tema. “Il Cipe”, spiega ora a MF-Milano Finanza, “ha fatto bene a congelare queste risorse. Bisogna approfondire come verranno usate e, soprattutto, da chi”.

Lo si legge in un’intervista a MF, in cui Valducci spiega che le risorse del piano Caio-Romani potessero essere investite da Infratel, ma “andando a vedere la storia di questa societa’, si nota che non ha la capacita’ di impiegare in tempi rapidi somme cosi’ ingenti”. Nello stesso tempo “non possiamo dare questi soldi a Telecom I.”, perche’ “e’ un soggetto privato che opera in un mercato libero. Rischierebbe di rappresentare un aiuto di Stato”.

Telecom intanto ha cambiato il responsabile della rete e per il presidente potrebbe essersi trattato “di uno scontro tra posizioni strategiche divergenti”. Pileri, prosegue Valducci, “riteneva che, non avendo Telecom le risorse finanziarie per implementare la rete in linea con le esigenze dell’Italia, si potesse valutare un percorso indirizzato al modello Terna”.