Editoria

12 novembre 2009 | 12:47

D’ADDARIO: CASA EDITRICE, MEMORIE GIA’ CONSEGNATE

D’ADDARIO: CASA EDITRICE, MEMORIE GIA’ CONSEGNATE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 NOV – Patrizia D’Addario ha scritto le sue memorie, e una prima bozza del libro è stata appena consegnata all’editore Aliberti, che ha in programma di mandarle in libreria prima di Natale, ma – spiegano alla casa editrice – ancora manca, tra l’altro, il vaglio sostanziale dei legali che dovranno giudicare il contenuto e dare il via libera. Insomma, la bozza che c’é ora potrebbe poi essere profondamente modificata. Non c’é ancora nemmeno un titolo, perché in casa editrice sperano di trovarne uno migliore del provvisorio ‘Questa e’ la mia vità . “Tutto il resto sono pure illazioni”, dichiarano, a proposito di chi dice che vi saranno nuove sbobinature di registrazioni fatte dalla D’Addario. Certo è che l’intenzione dell’autrice – oltre a quella di dare particolari inediti sulla vicenda escort – è quella di raccontare la storia di una donna d’oggi, in risposta indiretta a quanto scritto su di lei o raccontato dai media.