New media

12 novembre 2009 | 14:14

TLC: GALATERI, SU BANDA LARGA GOVERNO NON CI HA RASSICURATO

TLC: GALATERI, SU BANDA LARGA GOVERNO NON CI HA RASSICURATO
(AGI) – Perugia, 12 nov. – “Il governo non ci ha rassicurato dicendo che la banda larga rappresenta una priorita’ politica subito dopo la crisi. La banda larga e’ infatti un antidoto anti-crisi”. Lo ha detto il presidente di Telecom Italia, Gabriele Galateri di Genola, intervenendo al convegno ‘Le infrastrutture ICT in Umbria’, in corso a Perugia. “L’investimento in banda larga – ha precisato – ha un importante impatto anticiclico anche nel breve periodo con la sua capacita’ di generare ricchezza e occupazione specialmente nelle fasi congiunturali avverse”. Il presidente Telecom ha definito “indubbiamente condivisibile il piano presentato dal vice ministro Romani per raggiungere le aree rurali e disagiate” perche’ “abbattere il digital divide e fornire a tutti i cittadini italiani una banda minima e’ sicuramente un’iniziativa pubblica lungimirante”. Galateri di Genola ha pero’ manifestato “delusione che non si possa procedere piu’ velocemente sul piano delle infrastrutture”, e tuttavia si e’ detto “comunque fiducioso che, essendo un percorso ineluttabile, si debba sia a livello di operatori privati sia a livello di amministrazioni locali fare tutto lo sforzo in maniera coordinata perche’ questa spinta non si arresti in attesa che arrivino anche i sostegni promessi dal governo nei momenti e nei modi in cui sara’ possibile”. In questa direzione Galateri di Genola ha annunciato investimenti per 5,7 miliardi di euro nei prossimi 3 anni, a fronte di 18 miliardi investiti da Telecom negli ultimi 5.