Manager

16 novembre 2009 | 16:32

Paolo Guarnieri, responsabile marketing e pr Italia del Casinò di Lugano

Dall’autunno 2009 Paolo Guarnieri è il nuovo responsabile marketing e pr Italia del Casinò di Lugano (l’82% di chi gioca nel Canton Ticino viene dalla Lombardia), che riporta direttamente a Hubertus Thonhauser, amministratore delegato della casa da gioco. Non è un giocatore d’azzardo, ma proprio per questo ritiene di avere una marcia in più (la capacità  di avere una visione globale che sfugge quando si è troppo coinvolti in qualcosa) nell’attrarre a Lugano gli appassionati del tavolo verde.   Una nomina che si inserisce nel piano di rilancio del casinò che prevede un ampliamento della struttura, ma non solo.
“L’obiettivo è di rendere il Casinò di Lugano una boutique del gioco”, precisa Guarnieri. “Vogliamo lanciare sul mercato un nuovo concept del divertimento. Non più solo tavoli verdi, roulette e poker, ma un luogo esclusivo che ospiti vernissage, anteprime di concerti e serate di charity per un pubblico selezionato”. Questa la carta che il manager vuole giocare per battere l’agguerrita concorrenza in un territorio con la più alta densità  di casinò d’Europa (nel raggio di una cinquantina di chilometri oltre a quella di Lugano, ci sono anche le case da gioco di Campione, Mendrisio e Locarno).
Nato nel 1965 ad Adria, in provincia di Rovigo, Guarnieri si laurea in ingegneria all’università  di Padova. Si trasferisce a Milano negli anni Ottanta, dove inizia una collaborazione con una multinazionale del gruppo olandese Vendex nel settore degli impianti petrolchimici. Tra l’89 e il ’94, è direttore marketing e commerciale di aziende informatiche di sistemi Cad, Gis e Internet. Quindi cambia settore e per un paio di anni diventa client leader manager per la società  di consulenza Consiel (Gruppo Finsiel-Telecom Italia). Poi si apre per lui una parentesi legata al lusso: prima viene nominato amministratore delegato di Elite Rent-a-car Italia, società  svizzera di noleggio di auto e barche di alta gamma con sede a Ginevra; quindi, nel 2005, è cofondatore e amministratore delegato di CircleClub, club italiano che consente ai soci di utilizzare beni di lusso (auto, barche, aerei, case). Quando cambia l’azionariato Guarnieri dà  le dimissioni e trascorre tre mesi ‘a tempo pieno’ con i suoi quattro figli (Elisa, Federica, Andrea e Gianluca, di età  compresa tra i 14 e i 3 anni), fino a quando arriva il nuovo incarico a Lugano.
Diversi gli hobby di Guarnieri: il golf, lo sci, i viaggi, le scalate in montagna e il volo (sta prendendo il brevetto di pilota privato). Appassionato di Apple (dall’iPhone al MacBook Air), per informarsi e coltivare le sue passioni frequenta molto Internet e legge il Corriere della Sera, Il Giornale, Panorama, Il Mondo del golf, Golf e turismo, Gente viaggi e Traveller.

L’articolo è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 400 – novembre 2009