Protagonisti del mese, Scelte del mese

17 novembre 2009 | 12:16

Tamburini chiede a Cuneo i perché della crisi

È stato un anno devastante per l’economia e la finanza, ma ancora non si è ben capito che cosa sia davvero successo. Per cercare di vederci un po’ chiaro il direttore dell’agenzia d’informazioni Radiocor Fabio Tamburini ha fatto una serie di domande a Gianfilippo Cuneo, noto consulente d’impresa (ha diretto per 22 anni McKinsey, prima di fondare la Bain, Cuneo e Associati), ora gestore di fondi d’investimento, sul crollo del capitalismo finanziario e sui peccati e le falle delle più importanti banche d’affari, agenzie di rating, revisori e authority. Ne è uscito un libro, ‘Wall Street: la stangata. Cosa abbiamo imparato per non perdere più soldi’, edito da Baldini Castoldi Dalai, in libreria per la fine di novembre.
Il libro, in cui si parla del capitalismo familiare, degli eccessi e del futuro dei private equity, oltre che delle opportunità  nate dalla crisi e di come conviene muoversi in un contesto destinato a durare, ha una prefazione di Lorenzo Pelliccioli, amministratore delegato di De Agostini, grande amico di Cuneo, con cui tra l’altro ha collaborato per l’acquisizione di Seat Pagine Gialle.

L’articolo è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 400 – novembre 2009