Borsino dei direttori

17 novembre 2009 | 16:03

da editore e direttore di ‘Xtreme Tuning’ a direttore editoriale di ‘Playboy’

Dal numero di novembre, Enrico Barbieri è il nuovo direttore editoriale dell’edizione italiana di Playboy, mensile pubblicato da Play Media Company, gruppo guidato dall’amministratore delegato Alessandro Ferri che firma come direttore responsabile gran parte delle sue testate. Alla guida di Playboy Barbieri sostituisce Gian Maria Madella, il direttore che all’inizio del 2009, dopo anni di assenza, ha riportato nelle edicole italiane il magazine fondato da Hugh Hefner.
Trentatreenne milanese, Enrico Barbieri inizia la carriera giornalistica a 18 anni come redattore-tester per il mensile Gente Motori di Hachette Rusconi. Nel 2000 viene chiamato da Ixo Publishing per dirigere i magazine Maxi Tuning (diventato poi Mega Tuning), dedicato alle auto personalizzate, e Cafe Racer (ribattezzato in seguito Racer). La doppia direzione dura quattro anni, fino a quando Ixo Publishing entra in stato di crisi ed entra nell’orbita del gruppo Today. All’inizio del 2004 Barbieri si mette in proprio con la Enrico Barbieri Editrice per lanciare il mensile Xtreme Tuning e lavorare su prodotti custom publishing come Aquile, il magazine ufficiale di Moto Guzzi.
L’avventura in solitaria termina nell’ottobre scorso quando Alessandro Ferri gli affida la responsabilità  dell’edizione italiana di Playboy. “Prima di essere un magazine, Playboy è un’icona internazionale che va gestita nella maniera giusta Paese per Paese”, dice Barbieri. “In Italia abbiamo scelto di essere un maschile che racconta la vita e il lifestyle e che tratta l’erotismo con eleganza”.

(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 400, Novembre 2009)