INTERNET: NOBEL PACE 2010, RIVISTA WIRED CANDIDA RETE

INTERNET: NOBEL PACE 2010, RIVISTA WIRED CANDIDA RETE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 NOV – Nasce dalle pagine del mensile Wired Italia il progetto Internet for Peace, che candida ufficialmente la Rete al prossimo Premio Nobel per la Pace. L’idea, a cui sarà  dedicato il prossimo numero di Wired, vedrà  coinvolti numerosi ambasciatori e supporter, primi fra tutti il Premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi, il Professor Umberto Veronesi, lo stilista Giorgio Armani, insieme alle redazioni di Wired Usa e Wired Uk. “Dobbiamo guardare ad Internet come ad una grande community in cui uomini e donne di tutte le nazionalità  e di qualsiasi religione riescono a comunicare, a solidarizzare e a diffondere, contro ogni barriera, una nuova cultura di collaborazione e condivisione della conoscenza – ha spiegato il Direttore di Wired Italia, Riccardo Luna -. Internet può essere considerata per questo la prima arma di costruzione di massa, in grado di abbattere l’odio e il conflitto per propagare la democrazia e la pace. Quanto accaduto in Iran dopo le ultime elezioni è solo l’ultimo esempio di come Internet possa divenire un’arma di speranza globale”. Il viaggio di Internet for Peace sulle pagine di Wired Italia partirà  proprio dall’Iran e dalla rivolta di Teheran dopo le ultime elezioni presidenziali. Ogni mese e fino a settembre 2010, il mensile di tecnologia e innovazione di Condé Nast dedicherà  un approfondimento alle storie e alle esperienze di chi – con la Rete – ha provato e prova a fare crescere la pace.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti