EDITORIA:’CAMBIO D’ABITO’ PER IL MATTINO, PIU’ SIMILE AL WEB

EDITORIA:’CAMBIO D’ABITO’ PER IL MATTINO, PIU’ SIMILE AL WEB
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 18 NOV – Oggi il quotidiano il Mattino è in edicola con una nuova veste grafica e un articolo di fondo del direttore Virman Cusenza dal titolo ‘Cambio d’abito non d’animà , che presenta il cambiamento, spiegandone la ratio: il quotidiano partenopeo sarà  più leggibile e più simile al suo sito on line. Obiettivo dell’operazione editoriale, chiarisce infatti Cusenza, sono “semplicità  e chiarezza” per tradurre “in piena era internettiana l’equivalente del clic sul sito web”. “Il Mattino da oggi cambia la sua veste grafica – si legge nell’articolo – alleggerendo e snellendo i tratti ormai vecchi di qualche anno. Già  a un primo sguardo i lettori saranno rassicurati: nessuno stravolgimento, nessun rimpicciolimento, nessuna rinuncia agli appuntamenti fondamentali del più grande quotidiano del Sud. Non volevamo sbaragliare la platea frastornandola con effetti speciali”. Si vuole invece offrire, spiega, “più velocità  di lettura” e una “più completa informazione”: con l’aumento delle pagine di cronaca sui dorsi, una nuova pagina di Cultura e società , che ogni sabato sarà  dedicata all’arte, e le risposte del direttore alle lettere dei cittadini. “E’ un modo per riscoprire con orgoglio – conclude Cusenza – ciò che di buono si pensa, si fabbrica e si progetta a Napoli e dintorni, dimostrando a noi stessi che il futuro, magari anche guardando meglio al passato, possiamo costruirlo con fiducia, senza sprofondare sotto la coltre di emergenze che ci avvilisce tutti i giorni. Un po’ di amor proprio e di piacere di vivere non gustano”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari