RAI: SCAJOLA “A BREVE ORGANISMO VALUTAZIONE QUALITA’ SERVIZIO”

RAI: SCAJOLA “A BREVE ORGANISMO VALUTAZIONE QUALITA’ SERVIZIO”

ROMA (ITALPRESS) – “Intendiamo introdurre significative innovazioni, dedicando uno specifico articolo al tema della qualita’ dell’informazione e impegnando la Rai a garantire – quale imprescindibile presidio di pluralismo – la completezza, l’obiettivita’, il rispetto scrupoloso della deontologia professionale da parte di tutti i giornalisti. Il testo che stiamo elaborando sottolinea l’esigenza di coniugare l’esercizio del diritto di informazione con il rispetto della persona umana, della sua dignita’, del diritto alla privacy, troppo spesso disinvoltamente ignorati da taluni programmi di approfondimento”.
Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, intervenendo all’incontro promosso dalla Cisl sul diritto e la qualita’ dell’informazione. “Sulla base delle indicazioni delle ‘linee guida’ recentemente predisposte dall’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni d’intesa con il mio ministero, entro tre mesi dall’entrata in vigore del nuovo contratto, sara’ inoltre introdotto un sistema di valutazione della qualita’ del servizio, affidato ad un organismo esterno alla Rai, composto da qualificati esperti del settore: un organismo al servizio di tutti gli italiani e del loro diritto di poter scegliere all’interno di un’offerta televisiva di qualita’. Stiamo affrontando con la stessa attenzione – ha aggiunto il ministro – anche il delicato tema della tutela dei minori. Proponiamo, percio’, di prevedere nel contratto di servizio l’istituzione di un organismo aziendale di garanzia, che assicuri una tutela ‘preventiva’ e ‘trasversale’ dei minori nell’ arco dell’ intera programmazione del servizio pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari