Tlc: Parisi, intesa con Telecom I. per nuova rete veloce (CorSera)

19 Nov 2009 09:19 CEST Tlc: Parisi, intesa con Telecom I. per nuova rete veloce (CorSera)

ROMA (MF-DJ)–“Al Paese serve un’unica rete nazionale, che non puo’ prescindere dalle attuali infrastrutture. D’altra parte, la rete di Telecom I. e’ stata costruita in condizioni di monopolio e quindi Telecom I. ha l’obbligo di aprirla, anche in un’ottica futura”.

Cosi’, in un’intervista al Corriere della Sera, l’a.d. di Fastweb, Stefano Parisi, boccia la proposta di una rete “autonoma” che faccia a meno di Telecom I., aggiungendo che per la nuova rete “per prima cosa e’ necessario avere un quadro regolatorio chiaro e stabile, che indichi i criteri di accesso alla rete, i costo di terminazione, il valore dell’unbundling, la tecnologia da utilizzare. L’Europa sta per emettere una raccomandazione, poi tocchera’ all’Agcom tradurla nella normativa italiana. Solo cosi’ gli operatori potranno ragionare su un business plan”.

Quanto all’investimento necessario alla costruzione della rete, Parisi spiega che “guardiamo anche al ritorno economico dell’investimento, dettato sia dai ricavi che nel medio-lungo periodo gli operatori potranno realizzare grazie a nuovi servizi come la tv via internet, sia dalle sinergie”. Il manager ricorda che “gia’ l’attuale rete d’accesso Telecom I. genera circa 3 mld di euro di margine operativo lordo. Vale a dire che, calcolando il ricorso alla leva finanziaria, teoricamente ci sarebbe lo spazio per finanziare la nuova rete nazionale in fibra”. red/rov

(END) Dow Jones Newswires

November 19, 2009 03:19 ET (08:19 GMT)

Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci