Televisione

19 novembre 2009 | 14:56

Rai/ Articolo 21: Masi pronto a mandare via Ruffini mercoledì

Rai/ Articolo 21: Masi pronto a mandare via Ruffini mercoledì
Bersani smentisca che Pd favorevole

Roma, 19 nov. (Apcom) – “Pensavamo che la netta reazione del sindacato dei giornalisti e la straordinaria mobilitazione in difesa dell’autonomia di RaiTre d parte di tanti artisti, conduttori e autori (da Fabio Fazio a Giovanni Floris, da Milena Gabanelli a Serena Dandini, da Luciana Littizzetto ad Adriano Celentano) avesse finalmente indotto il vertice della rai ad abbandonare l’idea di rimuovere il direttore Paolo Ruffini. Anche se oggi il Cda è saltato, sappiamo che il direttore generale Mauro Masi ci proverà  mercoledì prossimo”. E’ quanto denuncia l’associazione Articolo21 in una nota.

“Tutti sanno che la normalizzazione di Rai3 è stata ordinata più volte pubblicamente dal presidente del Consiglio che non tollera gli spazi di libertà  ed autonomia professionale – sottolinea la nota di Articolo21 -, ma la Pdl continua ad affermare che si tratta di un problema tutto interno al Pd. E’ solo un maldestro bluff ma proprio per questo siamo certi che il nuovo vertice del Pd e il suo segretario sapranno smascherarlo smentendo questa intollerabile mistificazione con parole chiare e nette”.

“E’ infatti giunto il momento della chiarezza, di spazzare via ogni equivoco e togliere ogni alibi a un vertice Rai che sinora ha solo ubbidito agli ordini del proprietario della televisione concorrente. Cambiare un direttore che ha saputo costruire una rete di successo e di qualità , percepita anche da chi paga il canone come la vera rete di servizio pubblico significa soltanto mortificare il merito in un’azienda finanziata da risorse pubbliche e dare un segnale devastante a tutti coloro che ogni giorno contribuiscono con il loro lavoro al rafforzamento della Rai nel mercato televisivo”, conclude Articolo21.