Comunicazione

25 novembre 2009 | 16:48

LOMBARDIA: DE CAPITANI, RADIO RISORSA DA PROTEGGERE E VALORIZZARE

LOMBARDIA: DE CAPITANI, RADIO RISORSA DA PROTEGGERE E VALORIZZARE
(ASCA) – Milano, 25 nov – La radio come ”risorsa preziosa, da proteggere e valorizzare”. E’ ruotato attorno a questo ragionamento l’intervento che il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Giulio De Capitani, ha tenuto questa mattina in occasione del convegno ”Radio locale, nuove tecnologie, impresa, territorio. Il mercato radiofonico in Lombardia” organizzato dal Comitato regionale per le telecomunicazioni. ”La radio – ha osservato De Capitani, si e’ adeguata ai nuovi sistemi di trasmissione via rete, all’evoluzione dei linguaggi, dei gusti e dei consumi riuscendo in questo modo a conservare la sua giovinezza e il suo fascino”. Il convegno ha rappresentato anche l’occasione per presentare la ricerca ”Il mercato radiofonico in Lombardia”, uno studio che analizza l’evoluzione della radio negli ultimi decenni e si sofferma sullo sviluppo dei grandi network nazionali a scapito della drastica riduzione delle antenne, evidenziando come in Lombardia si sia praticamente dimezzato il numero di radio, scese dalle 230 del 1995 alle 116 censite nel 2008.

LOMBARDIA: DE CAPITANI, RADIO RISORSA DA PROTEGGERE E VALORIZZARE (2)
(ASCA) – Milano, 25 nov – Anche il futuro del settore secondo la ricerca sara’ caratterizzato da rischi e opportunita’. Secondo De Capitani, il futuro ha pero’ ancora un ”posto” per la radio. ”Meglio degli altri mezzi di comunicazione – ha sottolineato il presidente del consiglio regionale lombardo – la radio si presta ad essere espressione delle culture, della gente cui si rivolge e dei territori cui fa riferimento. Specie nella sua dimensione locale, essa mantiene alta la sua capacita’ di penetrazione e diffusione e rappresenta, per le istituzioni che, come la nostra, vogliono parlare ai propri cittadini, una risorsa preziosa da salvaguardare e valorizzare”.