Televisione

27 novembre 2009 | 10:43

Rai: Masi, azienda non finira’ come Alitalia (CorSera)

27 Nov 2009 09:32 CEST Rai: Masi, azienda non finira’ come Alitalia (CorSera)

ROMA (MF-DJ)–”La Rai non correra’ mai i pericoli che ha corso in alcuni momenti Alitalia”.

Lo afferma in un’intervista al Corriere della Sera il direttore generale della Rai, Mauro Masi, nell’occhio del ciclone dopo la decisione dell’azienda di sostituire il direttore di Raitre, nominando Antonio Di Bella nonostante l’ottimo lavoro svolto da Paolo Ruffini. “Raitre aveva bisogno di cambiamento e di innovazione” spiega Masi, ma “mantiene la sua identita’”. Il d.g. nega che ci sia stata una richiesta da parte di Silvio Berlusconi per la sostituzione di Ruffini: “nessuno ha chiesto nulla e certo non ho ricevuto telefonate da Berlusconi su Raitre”.

In merito poi alle indiscrezioni secondo cui la Rai avra’ difficolta’ a pagare gli stipendi ai dipendenti se non verra’ risolto il problema dell’evasione del canone, Masi parla di “chiacchiere assurde” e spiega che “grazie a tagli sui costi esterni e di gestione” la Rai chiudera’ l’anno con una perdita di 60 milioni di euro. L’azienda e’ sicura che “non ci sara’ mai pericolo per gli stipendi dei dipendenti: la Rai ha un fatturato di piu’ di 3 miliardi di euro. Ma bisognera’ operare sull’evasione del canone”, che e’ al 30% ed e’ “una quota inaccettabile”. red/ren

(END) Dow Jones Newswires

November 27, 2009 03:32 ET (08:32 GMT)

Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.