TLC

27 novembre 2009 | 10:47

Tlc: Romani; newco per nuova rete,servono 6-10 mld (Foglio)

27 Nov 2009 09:41 CEST Tlc: Romani; newco per nuova rete,servono 6-10 mld (Foglio)

ROMA (MF-DJ)–In una situazione per cui “Vodafone spinge per il wireless, Fastweb per la fibra e Telecom Italia non ha preferenze a parte il fatto che ha meno soldi degli altri”, la soluzione per la nuova rete a banda larga e’ “la societa’ della rete, nessuno scorporo della rete in rame di Telecom, ma una newco nella quale partecipano i grandi player”.

Ad affermarlo, in un colloquio con il Foglio, e’ il vice ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani. “Si puo’ fare in due anni e mezzo -aggiunge- Il problema non sono i soldi, anche se sono necessari tra i 6 e i 10 miliardi: la Cassa depositi e prestiti ha 100 miliardi e con 14 mila uffici postali in rete anche Poste potrebbe essere della partita. Sara’ poi l’Authority delle tlc a stabilire la remunerazione per gli investimenti che saranno effettuati”.

Romani affronta poi il tema della strategia di Telecom Italia, nell’ottica del piano governativo di progressivo annullamento del digital divide. “La rete in rame di Telecom, come ha scritto Francesco Caio, e’ affetto da osteoporosi, ossia da un lento, ma progressivo processo di decadimento”, per cui “auspico una robusta strategia industriale, composta di manutenzione e investimento, e non soltanto di vendita di asset”. Romani ricorda che “il Governo mette a disposizione oltre 1,4 mld per la rete, che e’ e deve restare italiana”, aggiungendo che “il core business dell’azienda non puo’ essere concentrato solo in Italia. Insomma, il gruppo non puo’ essere impoverito ulteriormente”. red/ren

(END) Dow Jones Newswires

November 27, 2009 03:41 ET (08:41 GMT)

Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.