Tlc: Bernabe’; no societa’ rete, mercato detta agenda

27 Nov 2009 14:06 CEST Tlc: Bernabe’; no societa’ rete, mercato detta agenda

ROMA (MF-DJ)–“Il mercato detta l’agenda, non la politica”. Cosi’, a margine della lectio magistralis alla Sapienza, l’a.d. di Telecom Italia, Franco Bernabe’, ribadisce la sua contrarieta’ a una soluzione dirigistica per la nascita di una societa’ della rete, spiegando che “c’e’ la necessita’ che l’agenda venga dettata dal mercato, che venga fatta una pluralita’ di sperimentazioni perche’ ora nessuno ha la ricetta giusta. Tutto va guidato dal mercato”.

Bernabe’ si e’ rivolto alla politica dicendo che “fortunatamente siamo in un’economia di mercato, non c’e’ il gosplan, c’e’ il mercato che fara’ le cose che saggiamente deve fare” e Telecom Italia intende “fare investimenti per il mercato, non progetti che il mercato spesso non e’ disponibile a riconoscere. La pianificazione centralizzata – ha aggiunto – fortunatamente l’abbiamo persa con la caduta del muro di Berlino, oggi siamo in un regime di mercato”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci