Televisione

30 novembre 2009 | 18:11

TV: DIGITALE; BASSOLINO, IN CAMPANIA SCATTA RIVOLUZIONE

TV: DIGITALE; BASSOLINO, IN CAMPANIA SCATTA RIVOLUZIONE
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 30 NOV – “In Campania ci sarà  una rivoluzione di genere che, in passato, c’é stata solo quando è nata la Rai”. Con queste parole il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha salutato lo switch off che questa notte segnerà  il passaggio al digitale in Campania con la transizione di Napoli e provincia, Caserta e parte della provincia. Bassolino è intervenuto alla conferenza stampa di presentazione del protocollo d’intesa su banda larga e digitale, firmato oggi nella sala Giunta della Regione Campania con il vice ministro allo sviluppo economico Paolo Romani. “Il passaggio definitivo alla tv digitale – ha continuato Bassolino – è un risultato importante, frutto del lavoro portato avanti in questi mesi dal dipartimento comunicazioni del governo, Regione, imprese televisive nazionali e locali. Mi preme solo sottolineare che oggi non solo presentiamo un risultato, ma facciamo tesoro del modello di collaborazione portato avanti in questi mesi per aprire una nuova e fondamentale prospettiva d’innovazione. Da domani vivremo 15 giorni di grande cambiamento tecnologico, ed è del tutto naturale che si possano verificare alcuni disservizi temporanei”. Per il digitale, la Campania è stata divisa in sei aree tecniche: Napoli e provincia, Caserta e provincia (1-2 dicembre); Salerno e parte della provincia (3-4 dicembre); Valle dell’Irno, Avellino e provincia (9-10 dicembre); Benevento e provincia (11 dicembre); Vallo di Diano (14 dicembre) e Cilento (15 dicembre). Complessivamente, nei 15 giorni di transizione, saranno interessati circa sei milioni di abitanti (551 comuni). Per il programma delle transizioni è stato previsto un periodo di 15 giorni per consentire alle emittenti di effettuare gli interventi tecnici necessari su tutti gli impianti, riducendo in tempi brevi eventuali disagi per i cittadini.