CINEMA: BARBARESCHI-GENTILONI-GIULIETTI, RIVEDERE DECRETO ROMANI

CINEMA: BARBARESCHI-GENTILONI-GIULIETTI, RIVEDERE DECRETO ROMANI
(ASCA) – Roma, 22 gen – ”Tutte le associazioni dell’industria del cinema, dell’audiovisivo, della fiction, hanno chiesto oggi, durante le audizioni alla Camera dei deputati una radicale revisione delle proposte avanzate dal governo in attuazione delle direttive del Parlamento Europeo. In particolare tutte le associazioni hanno contestato le modalita’ con le quali si vorrebbe procedere a rivedere le quote di investimento e di diffusione e, soprattutto, la decisione di colpire i diritti residuali, con quello che ne conseguira’ per centinaia di imprese e migliaia di lavoratori”. Lo affermano in una dichiarazione congiunta Luca Barbareschi (Pdl), Paolo Gentiloni (Pd) e Giuseppe Giulietti (Gruppo misto-articolo 21) che aggiungono: ”La loro preoccupazione e’ anche la nostra, e, per queste ragioni , non solo continueremo a chiedere lo stralcio di queste parti del provvedimento, ma anche l’audizione del ministro Bondi che ha opportunamente invitato i suoi colleghi di governo a non modificare l’articolo 44. Ci auguriamo che il ministro voglia portare fino in fondo la sua posizione che trova un sostegno che va ben al di la’ di qualsiasi logica di schieramento o di appartenenza”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo