Televisione

25 gennaio 2010 | 16:58

TV: NICHETTI DIRIGE IL PRIMO TALENT SHOW ANIMATO / ANSA

TV: NICHETTI DIRIGE IL PRIMO TALENT SHOW ANIMATO / ANSA
‘TEEN DAYS’ DEBUTTA DOMANI SU RAIDUE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 25 GEN – I talent show diventano per la prima volta cartoni animati con la nuova serie, made in Italy, Teen Days, creata in cinque anni di lavoro da 150 persone, che debutta domani su Raidue alle 7.25. Il regista è Maurizio Nichetti, anche lui al debutto in una lunga serie animata. “E’ stata una scommessa – spiega il regista -. La mia esperienza di cartoni si rifaceva agli anni ’70 quando con Bozzetto lavoravo al signor Rossi, ma qui si trattava di 26 puntate da mezz’ora, cioé 13 ore di dialoghi, immagini e musica. E’ stata una sfida difficilissima che mi ha stimolato, c’é voluta una marea di collaboratori, il mio compito è stato principalmente tirare le fila”. Nella serie, prodotta da Rai Fiction con la casa romana d’animazione Cartoon One e destinata ai bambini tra 8 e 11 anni, per Nichetti c’é il trionfo della normalità  sull’attenzione all’esteriorità : “Viviamo in una tv dove se uno non è bello non fa niente. In Teen days invece ci sono persone normali, personaggi belli, ma anche altri più in carne, pasticcioni, timidi, con difetti. Le proiezioni che abbiamo fatto con i bambini ci hanno confermato che le maggiori simpatie vanno a personaggi che non sono necessariamente dei tronisti”. Il progetto è nato cinque anni fa “molto prima che venissero fuori X Factor, Hannah Montana, High School Musical…”, dice l’autrice Elena Mora. La storia ruota intorno a una scuola delle arti sul modello di quella di Saranno famosi, la Musix School. Qui sei ragazzi pieni di talento, il carismatico Max, insieme ai talentuosi Elia, Sara, Leo, Thomas e l’affascinante new entry, Isabel, formano la band dei Teen days, con l’obiettivo di arrivare a vincere a fine anno il Music One, torneo internazionale dei licei musicali. Ad ostacolare la loro corsa c’é l’altro gruppo della scuola, i Victory, guidati Da Kai e Kaylee, tanto ambiziosi quanto scorretti. “Abbiamo cercato di capire come il mondo giapponese avesse utilizzato certi stratagemmi grafici per portare avanti una lunga serie, e li abbiamo fatti tutti nostri, creando dietro ai protagonisti sei famiglie europee con una tipologia sociale molto variegata – spiega Nichetti -. I cattivi non saranno sempre cattivi e i buoni non sempre buoni. Il messaggio è che la bontà  va conquistata nelle azioni. Abbiamo cercato nelle storie di metterci il cervello, i contenuti, le emozioni che ci appartengono”. “La fiction va già  in onda sul Disney Channel francese da novembre”, spiega Luca Milano, responsabile del settore animazione per Rai Fiction. “Ce l’aveva chiesta anche Disney Channel italiano ma gli abbiamo detto che essendo un prodotto Rai volevamo mandarlo noi per primi”. In attesa del debutto ufficiale la serie ha già  riscosso grande successo con la prima puntata in anteprima sul sito ufficiale, www.teendays.com, dove ha ottenuto migliaia di visualizzazioni. Sempre sul sito i fan potranno assistere presto a veri e propri concerti animati. (ANSA).
Y64/ S0B QBXB