TV: PILLITTERI, PIU’ RISPETTO DELLA STORIA NELLE FICTION

TV: PILLITTERI, PIU’ RISPETTO DELLA STORIA NELLE FICTION
(AGI) – Milano, 25 gen. – Storia per fiction, ovvero la trasposizione cinematografica e fotografica degli eventi passati che raramente, se non mai, garantisce l’esattezza del racconto. E’ il fil rouge lungo il quale si muove Paolo Pillitteri nel suo libro “Non e’ vero ma ci credo”, presentato oggi al Circolo della Stampa di Milano presenti, tra gli altri, il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, e il direttore de ‘Il Giornale’, Vittorio Feltri, fornendo come prove dell’assunto molti casi di falsificazione storica creati dalla fotografia e dalle trasposizioni cinematografiche dei fatti. “La nostra storia – ha detto Pillitteri riferendosi a “Il divo”, film di Sorrentino su Giulio Andreotti – deve essere trattata con rispetto, non si puo’ sempre riderci sopra. Noi apparteniamo ad un’unica storia, non sono due ed e’ sempre quella nel bene e nel male. Mi da’ sempre fastidio quando si affrontanto personaggi storici con troppa ironia. Decisamente meglio piu’ verita’, anche con piu’ drammi, piu’ tragedia perche’ questa e’ la storia”. (AGI) Cli/Car

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi