Televisione

26 gennaio 2010 | 17:38

TV: CODACONS, SIAMO STATI COSTRETTI A INTERVENIRE SUL GF

TV: CODACONS, SIAMO STATI COSTRETTI A INTERVENIRE SUL GF
V. ‘TV: ASCOLTI; GF VINCE…’ DELLE 10.25
ROMA
(ANSA) – ROMA, 26 GEN – Come espressamente richiesto dal Codacons, ieri al Grande Fratello è stata decisa l’eliminazione del concorrente Massimo Scattarella, responsabile della bestemmia che ha suscitato le proteste di molti telespettatori. “Come avvenuto nelle precedenti edizioni, anche stavolta siamo stati costretti a intervenire e sollecitare la giusta espulsione di un concorrente del Gf – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi -. Ma questo episodio, unito all’infinità  di parolacce pronunciate all’interno del reality, dimostra come la nostra televisione stia peggiorando, grazie a trasmissioni sempre più basate sul turpiloquio e sulle risse verbali”. “Non c’é solo la bestemmia del Gf – prosegue Rienzi – ma esistono numerosi programmi televisivi che, pur di alzare l’audience, fomentano liti e risse verbali, generando un linguaggio televisivo sempre più volgare e allineato verso il basso. La singola parolaccia in tv può scappare e in determinati contesti può passare anche inosservata, ma oramai la degenerazione è tale che sulle reti televisive italiane un telespettatore è costretto a sentire una parolaccia ogni 20 minuti e un insulto addirittura ogni 8 minuti. Un record negativo che dovrebbe far riflettere gli autori delle varie trasmissioni”.(ANSA).
I08-GAL/ S0B QBXB