Google: Schmidt, Cina piace per la crescita non per censura

29 Jan 2010 19:01 CEST Google: Schmidt, Cina piace per la crescita non per censura

MILANO (MF-DJ)–Eric Schmidt, Ceo di Google ha difeso la recente decisione della societa’ di smettere di obbedire alle regole di censura del governo sul suo motore di ricerca cinese.

“La Cina ci piace in termini di crescita, ma non per la sua censura”, ha dichiarato il Ceo nel corso del summit annuale del World Economic Forum.

“Speriamo che la situazione cambi e faremo pressione affinche’ le cose per i cinesi vadano meglio”, ha aggiunto Schmidt.

Schmidt ha dichiarato che Google ha riflettuto a lungo in merito all’entrata nel mercato cinese e vi sono stati vari colloqui prima che scrivesse la lettera al governo cinese per esprimere le proprie preoccupazioni “il che non implica che non vogliamo entrare nel mercato della Cina”, ha precisato il Ceo. red/est/gra

(END) Dow Jones Newswires

January 29, 2010 13:01 ET (18:01 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti