Telecom I.: Gentiloni, Telefonica non e’ ultima spiaggia (Rep)

01 Feb 2010 08:56 CEST Telecom I.: Gentiloni, Telefonica non e’ ultima spiaggia (Rep)

ROMA (MF-DJ)–La fusione fra Telecom Italia e Telefonica non e’ di per se’ negativa, ma il problema sono i rapporti di forza, oggi sfavorevoli al gruppo italiano. E’ quanto afferma in una lettera ad Affari e Finanza, supplemento economico della Repubblica, l’ex ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, il quale sottolinea che “quando Telecom fu ceduta ai privati, il suo valore era il triplo di quello di Telefonica; oggi i rapporti di forza si sono rovesciati”.

“Non sventolo bandiere di italianita’” prosegue Gentiloni, che affronta soprattutto il nodo della rete, “anche perche’ non giudico insensati i discorsi di chi sogna la nascita, grazie al matrimonio fra Telecom e Telefonica, di quello che diventerebbe il piu’ grande player globale delle tlc con base in Europa. Dico che ad oggi l’approdo spagnolo, viste le rispettive dimensioni dei due gruppi, rischia di apparire piu’ come una resa che come un’occasione”. Mancano le condizioni per avere “effettive garanzie di mantenimento degli asset industriali e occupazionali del Paese, e per gli investimenti necessari alle reti del futuro”.

Gentiloni boccia anche il modello Terna per la rete di telecomunicazioni, con una bad company separata dalla good company da affidare a una cordata di volenterosi, magari partecipata da Mediaset. “Privare Telecom della rete sarebbe insostenibile” afferma l’esponente del Pd, secondo cui “non credo sia giusto rassegnarsi all’inevitabile male minore costituito dalla fusione con Telefonica”.

La soluzione di Gentiloni e’ quella di costruire attorno alla rete “una societa’ che mantenga una presenza di riferimento di Telecom, ma veda l’ingresso degli altri operatori, di capitali pubblici veicolati da Cdp, di altri capitali”, con un robusto quadro regolatorio a garanzia degli investitori diversi da Telecom. red/ren

(END) Dow Jones Newswires

February 01, 2010 02:56 ET (07:56 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi