PAR CONDICIO: CALABRO’, CARATTERIZZARE MEGLIO L’INFORMAZIONE

PAR CONDICIO: CALABRO’, CARATTERIZZARE MEGLIO L’INFORMAZIONE

CRUCIALE RUOLO CONDUTTORE, TRIBUNE POLITICHE DA VIVACIZZARE

(ANSA) – ROMA, 3 FEB – Nei regolamenti sull’attuazione della

par condicio, che scatta l’11 febbraio in vista delle Regionali,

é necessario “dare una caratterizzazione più netta ai

programmi di informazione, per evitare che si trasmettano

messaggi politici sotto mentite spoglie”: è il

“suggerimento” rivolto dal presidente dell’Autorità  per le

garanzie nelle Comunicazioni, Corrado Calabrò, alla commissione

di Vigilanza Rai.

Calabrò è stato ascoltato dalla bicamerale alla vigilia

dell’emanazione dei regolamenti: spetta alla Vigilanza quello

per la Rai, all’Agcom quello per le tv private. “Cruciale – ha

sottolineato Calabrò – resta il ruolo del conduttore, perché

il pubblico lo ritiene autorevole e super partes”.

Quanto ai programmi di comunicazione politica, cioé le

tribune, per Calabrò “andrebbero rivisitate e vivacizzate”.

(segue).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi