TELECOM: ARGENTINA; BARRA, BENE STOP MAGISTRATURA A GOVERNO

TELECOM: ARGENTINA; BARRA, BENE STOP MAGISTRATURA A GOVERNO

(ANSA) – ROMA, 4 FEB – La decisione della giustizia argentina

di bloccare la decisione del governo di Buenos Aires per una

vendita forzosa della controllata locale di Telecom Italia

“dimostra che nel paese l’ordine giudiziario ha fatto sentire

la sua voce e, con una decisione molto importante, ha imposto

uno stop al governo”. Questa l’opinione di Rodolfo Carlos

Barra, docente di diritto ed ex ministro della giustizia

argentino, a margine delle giornate italo-latino americane.

Barra, che nelle scorse settimane ha presentato un ricorso

(respinto l’altro ieri) contro la decisione del governo di usare

le risorse della Banca Centrale per pagare il debito estero e

far fronte alle esigenze di bilancio, premette “di non

conoscere le carte della vicenda Telecom Argentina. Va

riconosciuto che anche alcuni esperti italiani dicono che la

società  ha un problema di Antitrust ma il punto è che la

politica dei Kirchner (l’ex presidente e l’attuale, la moglie

Cristina Fernandez ndr) ha ricevuto uno stop dall’ordine

giudiziario che ancora nel paese ha un peso”. L’ex ministro ha

ricordato come peraltro “é una costante di questo governo

imporre la vendita forzosa di imprese e società 

‘amiche'”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi