Telecom I.: il Governo mostra i muscoli (MF)

05 Feb 2010 08:23 CEST Telecom I.: il Governo mostra i muscoli (MF)

MILANO (MF-DJ)–Se qualcuno per un attimo ha avuto l’illusione che si potesse mettere fretta al governo italiano sulla vicenda Telecom I., ieri ha avuto la conferma che le cose non stanno cosi’. Il trittico di dichiarazioni ufficiali che ha visto coinvolti il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il sottosegretario all’Economia, Luigi Casero, e il ministro dello Sviluppo, Claudio Scajola, ha infatti confermato due concetti chiave, parzialmente in conflitto tra loro. Il premier ha spiegato di non aver ancora ricevuto “nessuna proposta, nessun progetto”, ma ha aggiunto che “siamo un governo liberale e che viviamo e crediamo in una economia di libero mercato ed e’ giusto che sia cosi'”. Posizione inattaccabile ma anche diplomatica.
Molto piu’ chiara la posizione di Casero, sottolinea un articolo di MF, che rispondendo a un’interrogazione alla Camera, ha ricordato come la golden share che il governo vanta nei confronti delle decisioni strategiche di Telecom potra’ essere attivata dopo le determinazioni delle societa’. L’esecutivo in sostanza ha lanciato il messaggio: non determineremo le scelte, ma saremo pronti a scendere in campo se verranno toccati interessi strategici. La necessita’ di assicurare la continuita’ di investimenti sulla rete, l’attivita’ di ricerca e il mantenimento dei livelli occupazionali, sono decisioni “di esclusiva competenza degli azionisti”, ma anche “sotto l’aspetto politico e strutturale, del ministero dello Sviluppo economico”. red/vz

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi