CINEMA: DA DOMANI ‘AVATAR’ MIGLIOR INCASSO IN ITALIA DI SEMPRE

CINEMA: DA DOMANI ‘AVATAR’ MIGLIOR INCASSO IN ITALIA DI SEMPRE
(AGI) – Roma, 5 feb. – ‘Avatar’ sta per stabilire un nuovo record, poco significativo negli Usa ma molto importante in Italia: sta per diventare il film che ha incassato di piu’ nel nostro Paese. Spodestando (indovinate un po’?) l’altro kolossal di James Cameron, ‘Titanic’, che nel 1997 incasso’ 42,338 milioni di euro, il fumettone di fantascienza supertecnologico candidato a nove Oscar ha incassato, alla viglia del weekend che segnera’ il sorpasso, 41,965 milioni e gia’ stasera diventera’ il campione del box office di tutti i tempi in Italia (gli bastera’ incassare poco meno di 400mila euro). Intanto nel mondo ha superato abbondantemente i 2 miliardi di dollari e negli Usa chiudera’ questo fine settimana in testa al box office per l’ottava volta consecutiva. Ora punta a conquistare uno dei pochi record che ancora non ha frantumato, quello del maggior incasso ‘reale e comparato’ di tutti i tempi. Secondo una classifica ‘avulsa’, infatti, tenendo conto dell’inflazione, del prezzo dei biglietti, delle sale cinematografiche presenti negli Usa, ecc., ‘Avatar’ e’ lontanissimo dalle prime posizioni e galleggia intorno alla 25ma piazza (il podio e’ costituito da ‘Via col vento’ del 1939, seguito da ‘Guerre Stellari’ del 1977 e ‘Tutti insieme appassionatamente’ del 1965), distanziato anche dal fratello/rivale ‘Titanic’, che si trova in un’eccellente sesta posizione dietro a ‘E.T.’ del 1982 e al leggendario ‘I dieci comandamenti’ del 1956. (AGI) Cau

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo