Apc-Regionali/ Beltrandi: regolamento non contrasta con par condicio

Apc-Regionali/ Beltrandi: regolamento non contrasta con par condicio
“Nuove regole non si applicano a Tg né a programmi come Report”

Roma, 12 feb. (Apcom) – Il regolamento per le regionali approvato oggi in Vigilanza non contrasta con la legge sulla par condicio.
Lo dichiara il relatore Marco Beltrandi, dei Radicali.

“Sento il dovere – afferma – di dover squarciare il velo da un`altra bugia di queste ore su quanto deciso in Vigilanza. E` stato infatti detto che tale regolamento sarebbe in violazione della legge sulla par condicio. Niente di più falso: chi volesse appurarlo può leggere l`art. 5, comma 1, della legge 28/2000 che riguarda l`informazione in campagna elettorale. Qualcuno, di molto autorevole, ha poi citato l`art. 2, comma 2, della legge sulla par condicio, distorcendone però il testo che recita: ‘esse (le norme sulle tribune, ndr) non si applicano alla diffusione di notizie nei programmi di informazione’, laddove è chiaro che la diffusione di notizie nei programmi di informazione si riferisce chiaramente ai Tg, e a quegli approfondimenti che diffondono notizie. Ed infatti le nuove regole decise dalla Vigilanza non si applicano nei TG e nemmeno a trasmissioni come Report”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi