PAR CONDICIO: D’AMATI, RAI NON DEVE APPLICARE REGOLAMENTO

PAR CONDICIO: D’AMATI, RAI NON DEVE APPLICARE REGOLAMENTO

(ANSA) – ROMA, 12 FEB – “La disposizione impartita dalla

commissione di Vigilanza con l’art.6 par.4 del regolamento per

le elezioni regionali, secondo cui le trasmissioni di

informazione sono disciplinate dalle regole proprie della

comunicazione politica, non rientra nei poteri attribuitile dal

legislatore. Conseguentemente questa disposizione non deve

essere applicata né dalla Rai né dalle emittenti private”:

né è certo l’avvocato Domenico D’Amati che – ad Articolo 21 –

spiega come il regolamento approvato dalla Vigilanza sia in

contrasto con le prescrizioni del legislatore riguardo alla par

condicio.

“Alla commissione parlamentare di Vigilanza – spiega

l’avvocato vicino al mondo dell’informazione – non è consentito

stabilire che alle trasmissioni di informazione debbano

applicarsi le regole poste per le trasmissioni di comunicazione

politica. Infatti la legge n.28/2000 prevede all’art.5 che la

commissione parlamentare e l’Autorità  Garante definiscano i

criteri specifici cui devono informarsi la concessionaria

pubblica e le emittenti televisive private nei programmi di

informazione, al fine di garantire la parità  di trattamento,

l’obiettività , la completezza e l’imparzialità 

dell’informazione”.

Con le parole “criteri specifici” – secondo D’Amati – il

legislatore ha indicato alla commissione parlamentare e

all’Autorità  Garante che esse devono stabilire, per i programmi

di informazione, regole diverse da quelle applicabili alla

comunicazione politica, regole cioé che tengano conto delle

esigenze dell’attività  di informazione, che è profondamente

diversa da quella di comunicazione politica. Per questo la

disposizione impartita dalla Commissione di Vigilanza con l’art.

6 par. 4 del regolamento per le elezioni regionali, secondo cui

le trasmissioni di informazione sono disciplinate dalle regole

proprie della comunicazione politica, non rientra nei poteri

attribuitile dal legislatore”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi