PAR CONDICIO: FINOCCHIARO, REGOLAMENTO LEDE DIRITTO INFORMAZIONE

PAR CONDICIO: FINOCCHIARO, REGOLAMENTO LEDE DIRITTO INFORMAZIONE
(AGI) – Roma, 12 feb. – “Il rispetto della par condicio e’ assolutamente importante per garantire pluralismo e rappresentanza. La legge del 2000 per noi rimane valida e non va cancellata. E’ bene sottolineare pero’, come ha fatto Casini, che l’ultimo regolamento,votato solo dalla maggioranza in Commissione di Vigilanza nel modo che sappiamo, poco ha a che fare con la legge in vigore”. Lo afferma Anna Finocchiaro, Presidente dei senatori del PD, commentando quello che sta succedendo in materia di regole sull’informazione politica.
“Quel regolamento – continua la senatrice del PD – sembra piu’ una indebita compressione, che sa un po’ di autoritario, del diritto all’informazione e siamo convinti che questo travalichi il senso vero e originario della legge stessa. Esiste una giurisprudenza consistente che afferma che la par condicio non puo’ contrastare il diritto/dovere all’informazione”.
“Serve su un argomento del genere molto equilibrio e prudenza come sembra suggerire la stessa lettera che il presidente di Agcom, Calabro’, ha inviato al Presidente della Commissione di Vigilanza Zavoli”. “Temiamo – conclude la Finocchiaro – che dietro la volonta’ della destra di cambiare la legge sulla par condicio, come dice Gasparri, ci sia la voglia di abolirla: del resto e’ stato lo stesso Presidente del Consiglio ad affermare esplicitamente che questa e’ la sua volonta’”. (AGI) com/ted

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi