PAR CONDICIO: BONINO, IERI FAZIO E FLORIS HANNO DIFESO CASTA

PAR CONDICIO: BONINO, IERI FAZIO E FLORIS HANNO DIFESO CASTA

NON L’ABBIAMO VOTATA MA LEGGE E’ LEGGE

(ANSA) – ROMA, 15 FEB – “Se ancora c’era qualche dubbio su

cosa volesse dire l’autodifesa della casta, ieri l’intervista di

Fazio a Floris ne è stata la dimostrazione”. Lo ha detto la

candidata per il centrosinistra alla presidenza della Regione

Lazio Emma Bonino intervistata su Radio Radicale.

“Quei 30 o 20 minuti di Floris con Fazio senza

contraddittorio – ha aggiunto – sono stati intollerabili”.

Bonino ha poi ricordato che ad “Annozero ero sola contro 5 o 4

e in quella sede penso di aver detto le cose come stanno. Credo

di essere riuscita a smentire alcune falsità  che vengono

attribuite al regolamento sulla par condicio in periodo

elettorale. Il nucleo di fondo è che – ha aggiunto – il

regolamento della commissione prevede che 4 settimane prima

delle elezioni le tribune elettorali, i contraddittori tra i

candidati e le conferenze stampa dei leader dei partiti debbano

essere garantite in modo prioritario alle liste che coprano più

di un quarto del territorio e il tutto deve andare in prima

serata. Non sò più nemmeno che commento fare. Toccare la casta

é impossibile”.

Riguardo alla legge sulla par condicio, Bonino ha poi

sottolineato: “L’ho trovato fin dall’inizio fatta molto male.

Legge che noi non abbiamo né voluto né votato, ma la legge è

legge e non si può decidere di non applicarla solo perché non

conviene. Anche perché se si decide di applicarla solo in spazi

di minimo ascolto significa che è un a legge che non serve a

niente. Mentre invece   grazie a quel regolamento, almeno per

quant’anno, ci risparmieremo – ha concluso – l’intervista di

un’ora di Vespa a Berlusconi a due giorni dal voto”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi