RAI: BELTRANDI “PRESIDENZA VIGILANZA NON PUO’ MODIFICARE REGOLAMENTO”

RAI: BELTRANDI “PRESIDENZA VIGILANZA NON PUO’ MODIFICARE REGOLAMENTO”

ROMA (ITALPRESS) – “Se non fossero in gioco i diritti dei cittadini elettori in una importante consultazione elettorale, e persino la dignita’ del Parlamento nell’espletamento delle proprie funzioni, se ne potrebbe persino sorridere”. Lo afferma Marco Beltrandi, relatore in commissione di Vigilanza sulla Rai della par condicio. “Cio’ che e’ assolutamente certo, pero’, e’ che l’ufficio di presidenza della commissione di Vigilanza sulla Rai non puo’ in alcun modo modificare quanto approvato dal plenum della Commissione solo una settimana fa. A dirlo fu lo stesso presidente Zavoli, nel febbraio (e marzo) dello scorso anno, su mia richiesta, dichiarando che una simile eventualita’ non si sarebbe mai piu’ ripetuta, essendo contrastante con regolamenti e prassi parlamentari. Tanto piu’ che altrimenti, aggiungo per paradosso, si potrebbe anche abolire il plenum della commissione.
Intendo poi segnalare la totale assenza del coinvolgimento del sottoscritto, relatore e autore del provvedimento, disattendendo la richiesta della mia presenza da parte del vicepresidente Giorgio Lainati nella scorsa seduta dell’ufficio stesso, il che mi pare chiarisca ulteriormente portata e intenti della operazione che si sta tentando. Infine, ma non per ultimo, siamo all’assurdo.
L’assurdo di una par condicio – conclude Beltrandi – che i suoi presunti difensori vorrebbero solo per le trasmissioni che pochi guardano, ma non per i programmi piu’ influenti e seguiti, ma anche l’assurdo di una commissione parlamentare di indirizzo e vigilanza della Rai disposta a farsi dettare le regole dall’azienda oggetto dell’indirizzo e del controllo. Un colpo definitivo alla autorevolezza e credibilita’ della commissione, temo”.
(ITALPRESS).
ads/com 17-Feb-10 11:49

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi