La fabbrica della passione

Più di 100 giorni di eventi con un richiamo di 6 milioni di spettatori e un fatturato che nel 2009 ha superato i 30 milioni di euro. Rcs Sport sta affermandosi sempre più come un business profittevole e interessante anche all’interno di un grande gruppo come Rcs MediaGroup. La società , controllata al 100% dalla Rcs Quotidiani, organizza alcune tra le più importanti manifestazioni sportive professionistiche e amatoriali, a livello nazionale e internazionale, occupandosi anche della gestione dei diritti media, delle sponsorizzazioni pubblicitarie, del ticketing, del merchandising e della cura dell’immagine e dei diritti di singoli atleti. Un settore in forte crescita, che ha poco risentito della crisi economica, in cui Rcs Sport può muoversi facendo leva sulle grandi potenzialità  del sistema della Gazzetta dello Sport, con gli oltre 3 milioni 700mila lettori giornalieri del quotidiano, i 9,8 milioni di utenti unici mensili del sito Gazzetta.it (332 milioni di pagine viste al mese e 450mila utenti registrati), gli 1,7 milioni di lettori settimanali del magazine Sport Week, i 65mila utenti registrati alla GazzaTown, il negozio on line di abbigliamento e articoli sportivi, e gli acquirenti dei 6,7 milioni di pezzi annui di GazzaExtra (500 prodotti allegati annualmente al giornale tra pubblicazioni, fumetti, dvd, videogiochi, poster, eccetera). Cifre da moltiplicare se si considerano le possibili sinergie con l’intera piattaforma di Rcs MediaGroup, quindi con il Corriere della Sera, il portafoglio periodici, i libri e collezionabili e i new media.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 403 – febbraio 2010

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’