Fastweb: Swisscom chiede rapido chiarimento su accuse riciclaggio

24 Feb 2010 10:53 CEST Fastweb: Swisscom chiede rapido chiarimento su accuse riciclaggio

ROMA (MF-DJ)–Swisscom ha preso atto degli sviluppi dell’inchiesta che coinvolge la sua controllata Fastweb e sta conducendo un esame approfondito delle possibili implicazioni delle recenti vicende giudiziarie. Sia Swisscom che Fastweb, spiega la societa’ svizzera in un comunicato, sono interessate a un chiarimento rapido sulle accuse rivolte dai magistrati italiani.

Fra il 2003 e il 2006, ricorda la nota, Fastweb aveva comprato e venduto servizi da provider italiani, con l’Iva inclusa nei prezzi di acquisto. Nel gennaio 2007 Fastweb aveva resa nota l’esistenza di un’indagine in corso: secondo le accuse, i venditori avrebbero attuato le transazioni solo per evitare che l’Iva pagata da Fastweb fosse inviata al fisco. In seguito a queste indagini, l’Iva non era stata completamente rimborsata a Fastweb.

Al momento dell’acquisizione di Fastweb nel 2007 Swisscom era a conoscenza dell’indagine sui presunti reati di evasione fiscale commessi tra il 2003 e il 2006; secondo due distinte consulenze, la transazioni in questione erano corrette e Fastweb aveva diritto al rimborso dell’Iva. Basandosi sulle informazioni allora disponibili, il rischio che l’Iva potesse non essere rimborsata era stato compreso nell’offerta per l’acquisizione di Fastweb. Al momento Swisscom, che si dichiara “sopresa” dagli ultimi sviluppi dell’inchiesta, sta conducendo un esame approfondito sulle implicazioni degli ultimi avvenimenti, e insieme a Fastweb ha offerto piena collaborazione agli inquirenti italiani. Quanto all’ipotesi di una richiesta di commissariamento, Swisscom spiega che “non influirebbe sul proseguimento dell’attivita’ aziendale”. red/est/rov

(END) Dow Jones Newswires

February 24, 2010 04:53 ET (09:53 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi