MILLEPROROGHE: MEDIACOOP, EVITATA CHIUSURA TESTATE

MILLEPROROGHE: MEDIACOOP, EVITATA CHIUSURA TESTATE
SI RIAPRE LA POSSIBILITA’ DI UNA RIFORMA DI SISTEMA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 24 FEB – La soluzione provvisoria trovata alla Camera per il decreto ‘Milleproroghe’ consente ora di mantenere aperto il problema e di evitare – nell’immediato – la chiusura di 92 testate con la perdita di oltre 4.000 posti di lavoro tra giornalisti e poligrafici, ma costituisce – spiega Mediacoop – un fatto politico di grande rilevanza. Infatti – secondo l’associazione – ha ridato voce al Parlamento, consentendo la modifica del provvedimento, che il Governo considerava blindato dopo l’approvazione del Senato e pone “un argine” al Ministro Tremonti che dapprima con il decreto legge del 25 giugno 2008 e successivamente con la legge finanziaria 2010, ha “sconvolto” il sistema del sostegno pubblico all’editoria al di fuori di ogni razionale disegno di riforma. E’ stato evitato così – prosegue Mediacoop – il vulnus costituzionale di una norma che avrebbe visto l’intervento retroattivo sui bilanci 2009 delle aziende editoriali cooperative non profit e di partito, che avrebbe condotto alla chiusura certa circa 80 testate anche di grande valore, con un danno irreparabile per il pluralismo e la democrazia.(ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari