TLC: BANDA LARGA; ROMANI,ENTRO ANNO RISOLTO DEVIDE PER 3 MLN

TLC: BANDA LARGA; ROMANI,ENTRO ANNO RISOLTO DEVIDE PER 3 MLN
ACCORDO CON UNIONE PROVINCE,ENTRO ANNO INVESTIMENTI 864 MLN EURO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 25 FEB – Entro fine anno il digital devide verrà  ridotto e “scenderanno da 7,8 a 4,8 milioni gli italiani ancora non raggiunti dalla banda larga. Il problema è già  chiuso per un milione di utenti ed entro il 2010 raggiungeremo altri 2 milioni di persone”. Lo ha detto il ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani nel corso di una conferenza stampa con il presidente dell’Unione delle Province Italiane Giuseppe Castiglione. I fondi per superare il digital devide sono in tutto 1.471 milioni. Fra ministero e Regioni sono già  utilizzabili 500 milioni “che con un meccanismo finanziario arrivano a 864”, ha spiegato Romani. Il coinvolgimento dell’Unione delle Province Italiane fa sì non solo che siano messe in sinergia le 110 province ma che sia più agevole realizzare l’infrastruttura sui 130.000 chilometri di strade provinciali. Riferendo che il 40% dei nuovi utenti raggiunti dalla banda larga, ad almeno 2 megabit, ha chiesto il collegamento, il vice ministro Romani ha sottolineato che “l’offerta dell’innovazione va ad incrociarsi con la domanda ed è una risposta alla resistenza ad investire in questo settore perché l’innovazione incrocia il consenso di cittadini ed aziende”. Roberto Sambuco del ministero dello Sviluppo economico ha rilevato che “oggi l’Italia è il Paese in Europa dove è più facile il collegamento dalla strada al condominio” dell’infrastruttura per la banda larga. “Con questo accordo – ha detto Castiglione dell’Upi – non solo facciamo sinergia tra province ma mettiamo questa rete al servizio del piano nazionale”.(ANSA).
TU/ R64 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi