EDITORIA: RAO (UDC), PRIMA DEI TAGLI GOVERNO RIORDINI IL SETTORE

EDITORIA: RAO (UDC), PRIMA DEI TAGLI GOVERNO RIORDINI IL SETTORE
(ASCA) – Roma, 2 mar – ”Piu’ che di radio e televisioni private, oggi e’ meglio palare di radio e televisioni libere”. Lo ha detto il capogruppo dell’Udc in Commissione Vigilanza rai Roberto Rao, a margine di un convegno organizzato dall’associazione Aeranti-Corallo. ”Ancora una volta -prosegue l’esponente centrista- dopo il regolamento sulla Par Condicio che ha anestetizzato l’informazione politica in campagna elettorale, Governo e maggioranza con un emendamento al mille proroghe hanno soppresso i contributi a favore delle emittenti radio televisive locali, col rischio di portare alla crisi o alla chiusura della maggior parte di queste realta’, alle quali oltretutto viene ingiustamente riservato un trattamento decisamente sfavorevole rispetto a molte testate di partito”. ”Le televisioni e le radio locali in Italia -aggiunge Rao-, oltre a garantire lavoro a migliaia di persone, sono un importante strumento di liberta’ di informazione, specie a livello locale. Certo, come dimostrano le tante reti fittizie del digitale terrestre e i molti giornali di fatto inesistenti, e’ indispensabile fare pulizia e chiarezza. E con le risorse cosi’ risparmiate sarebbe possibile continuare a sostenere chi produce informazione e prodotti di qualita”’. ”Prima di effettuare tagli -conclude Rao-, il governo e la maggioranza avrebbero fatto bene a riordinare il settore e non, come si evince dalle dichiarazioni, procedere al contrario: tagliare e poi riordinare. Cosi’ si rischia di far chiudere chi merita e di far sopravvivere chi non merita”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo