EDITORIA: ART.21, STOP AGEVOLAZIONI E’ PUGNALATA ALLE SPALLE

EDITORIA: ART.21, STOP AGEVOLAZIONI E’ PUGNALATA ALLE SPALLE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 1 APR – Con lo stop alle agevolazioni postali “tutti gli editori italiani, dai più grandi ai più piccoli, riceveranno una vera e propria pugnalata alle spalle che in alcuni casi potrà  portare all’immediata chiusura delle testate”. E’ l’atto di accusa dei parlamentari Giuseppe Giulietti e Vincenzo Vita per Articolo 21. “La decisione, non preceduta da alcuna consultazione in sede parlamentare – affermano Giulietti e Vita – è stata assunta dal ministro Tremonti facendosi beffa di tutti gli impegni assunti in sede parlamentare che andavano nella direzione di un progressivo reintegro dei fondi per l’editoria e della contestuale approvazione di una riforma organica del settore”. “Per l’ennesima volta – continuano – si è scelta la strada opposta, dando così al provvedimento uno spiacevole sapore vendicativo nei confronti di un settore che questo governo non ha mai amato. Non ci è chiaro quale sia stato e quale sia, su questa vicenda il parere del sottosegretario Bonaiuti, che ha la delega per il settore e che a questo punto potrà  serenamente procedere a buttare nel più vicino cestino la proposta di riforma dell’editoria, dal momento che con questo colpo di mano é stata già  realizzata”. Articolo 21, concludono Giulietti e Vita, “chiederà  nelle prossime ore una riunione a tutte associazioni di settore per valutare le opportune iniziative”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari