New media

08 aprile 2010 | 10:35

THAILANDIA:OSCURATI SITI WEB, OPPOSIZIONE “LOTTA SENZA QUARTIERE”

THAILANDIA:OSCURATI SITI WEB, OPPOSIZIONE “LOTTA SENZA QUARTIERE”
(AGI/REUTERS/EFE) – Bangkok, 8 apr. – Le autorita’ thailandesi hanno bloccato, oltre ai canali televisivi, anche i siti web dell’opposizione; mentre il premier, Abhisit Vejjajiva, ha cancellato una missione di un giorno in Vietnam, per il vertice dell’Asean. Nonostante lo stato d’emergenza decretato in tutta la provincia di Bangkok, le ‘camicie rosse’ hanno ignorato l’ordine di lasciare il quartiere commerciale in cui sono asserragliati e mantenuto in piedi l’appello a organizzare una manifestazione senza precedenti per venerdi’ a Bangkok. “Non sappiamo cosa accadra’ dopo la chiusura della televisione, pero’ posso assicurare che le proteste non cesseranno anche se la polizia carichera’ i manifestanti”, ha detto Natthawut Saikua, uno dei leader della protesta, minacciando una “lotta senza quartiere. Il governo ha applicato lo stato d’emergenza, imposto a Bangkok e in altre aree dopo l’irruzione dei manifestanti in Parlamento, per oscurare la televisione, accusata di istigazione alla violenza e alla sovversione. A causa della crisi il premier ha cancellato la sua partecipazione al XVI vertice dell’Asean (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico) ad Hanoi l’8 e il 9 aprile e un successivo viaggio negli Stati Uniti. Le forze di sicurezza hanno organizzato controlli alle porte di Bangkok per impedire che arrivino rinforzi per i manifestanti, per cui le ‘camicie rosse’ hanno organizzato manifestazione di protesta in 17 provincie del nord e del nord-est, dove hanno maggiori sostenitori. (AGI) Bia