Editoria, Televisione

09 aprile 2010 | 14:17

RAI: A FIRENZE PRIMO ARCHIVIO AUDIOVISIVO DIGITALE BENI CULTURALI

RAI: A FIRENZE PRIMO ARCHIVIO AUDIOVISIVO DIGITALE BENI CULTURALI
(ASCA) – Firenze, 9 apr – Nasce a Firenze il primo archivio audiovisivo digitale dei beni culturali. L’iniziativa e’ stata presentata questa mattina dai promotori: il presidente della Rai Paolo Garimberti, il neo presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, l’amministratore delegato di Rai Trade Carlo Nardello. Nella sede Rai di Firenze sara’ costituito un centro di eccellenza per la catalogazione e la realizzazione di contenuti editoriali audio-video e cross mediali relativi ai beni artistici e culturali italiani. Il progetto (in collaborazione con Alinari 24 Ore, Giunti e Scala Group) sara’ operativo dal prossimo ottobre e la prima fase prevede la conservazione e la progressiva digitalizzazione e indicizzazione della parte dell’archivio audiovisivo della Rai relativo ai beni culturali, sotto la supervisione di un comitato scientifico. La Library dei beni culturali sara’ poi implementata attraverso una costante nuova produzione in alta definizione. Proprio oggi, in occasione degli ‘Screenings’ di Rai Trade, sono stati presentati ai compratori internazionali i primi format dedicati al turismo, alla storia e all’arte. ”Abbiamo un modo di concepire la cultura e il suo sfruttamento – ha detto Garimberti – un po’ troppo statico e comtemplativo, dobbiamo inventare un modo nuovo di proporre al mondo la nostra ricchezza culturale”. Rossi ha garantito pieno ”supporto” al progetto, spingendosi oltre sottolineando che ”oltre alla realizzazione di questo archivio e’ importante sviluppare la produzione, ad esempio nel settore radiofonico, riprendendo una tradizione di grandissimo valore, o con un Tg dedicato alla cultura”. ”Perche’ no”, ha replicato Garimberti, ricordando che nel 2012 la Rai avra’ 12 canali e questo comportera’ la necessita’ di ”fare tv in modo diverso”. Cosa che ”coinvolge la sede di Firenze e le sedi regionali, che dovranno avere un ruolo diverso e maggiore”. ”Firenze – ha detto Renzi – sta accogliendo Rai Trade in luoghi, come Palazzo Vecchio, che mostrano la bellezza e la straordinarieta’ di questa citta’ che ha bisogno raccontarsi in modo diverso. La potenzialita’ che questo progetto esprime e’ straordinaria e credo che nell’arco del nostro mandato potremo fare un bel lavoro”.