Editoria

13 aprile 2010 | 9:20

EDITORIA: LE MONDE ANNUNCIA RICAPITALIZZAZIONE ENTRO GIUGNO

EDITORIA: LE MONDE ANNUNCIA RICAPITALIZZAZIONE ENTRO GIUGNO
GRUPPO INDEBITATO CERCA PARTNER,IN FORSE GRUPPO ESPRESSO E PRISA
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 12 APR – I giornalisti del quotidiano francese Le Monde rischiano di perdere il controllo del giornale che detengono dalla sua creazione nel 1945 a causa di un processo di ricapitalizzazione del gruppo che sembrerebbe prossimo, entro giugno, e “inevitabile”. La direzione di Le Monde, contattata dall’ANSA, non ha voluto commentare le “voci che circolano” riguardo i nomi dei possibili partner del gruppo in questo processo di ricapitalizzazione per “rispettare la discrezione dei delicati negoziati in corso”. In ballo infatti c’é l’avvenire di Le Monde. Diversi titoli della stampa d’oltralpe (La Tribune, Liberation, La Correspondance de la presse) parlano oggi di “una svolta epocale” che minerebbe l’indipendenza del giornale e alludono a contatti con il gruppo Prisa, editore del quotidiano spagnolo El Pais – recentemente passato sotto il controllo di un fondo pensioni americano – associato a un importante investitore finanziario, e con il Gruppo Espresso. La ricapitalizzazione, che è “indispensabile per rinforzare i fondi propri del gruppò, secondo il Consiglio di sorveglianza che si è riunito venerdì scorso, avrebbe come conseguenza “la diluizione degli azionisti storici (tra cui i giornalisti, ndr.) che diventerebbero minoritari”. Oggi il gruppo è controllato al 60% dalla holding Le Monde partenaires et associes (Lmpa), e da azionisti esterni come il gruppo Lagardere (17,2%), Prisa (15%) La Stampa (3%) e Le Nouvel Observateur (1,8%). Il gruppo ha debiti per 100 milioni di euro e entro il 2011 deve restituire un prestito di 25 milioni di euro concesso dalla banca Bnp-Paribas. Infine deve onorare entro il 2012 e il 2014, 67 milioni di euro di Ora (obbligazioni rimborsabili in azioni). Senza la ricapitalizzazione, che secondo il Consiglio di sorveglianza verrà  “finalizzata nelle prossime settimane per essere sottomessa al voto degli azionisti entro giugno”, il gruppo rischia, secondo La Tribune, di dovere chiedere l’amministrazione controllata.(ANSA).
Y5K-GIT/ ST1 S0A QBXB