Editoria, Televisione

14 aprile 2010 | 13:35

GIORNALISTI: USIGRAI; FLUSSI, CAMBIARE INFORMAZIONE RAI

GIORNALISTI: USIGRAI; FLUSSI, CAMBIARE INFORMAZIONE RAI
SALSO MAGGIORE TERME (PARMA)
(ANSA) – SALSO MAGGIORE TERME (PARMA), 14 APR – “L’offerta di informazione della Rai può rimanere così com’é? Temo di no. Veniamo da una cultura che fa dei telegiornali e dei giornali radio una sorta di rito, che si celebra ad orari prefissati, alle 13, alle 20 e così via”: è lo spunto di riflessione che il direttore del personale della Rai Luciano Flussi offre alla platea dei delegati al congresso dell’Usigrai in svolgimento a Salso Maggiore Terme (Parma). “Oggi – spiega Flussi – l’informazione e il bisogno di informazione superano i riti a cui per tanto tempo ci eravamo abituati. C’é una intera fascia generazionale che oramai punta verso l’età  adulta, che si è abituata a modalità  di fruizione del prodotto news attraverso canali che non sono quelli dei giornali e della televisione”. Per questo, il direttore del personale pone la questione in questi termini: “dobbiamo chiederci se la nostra modalità  di offerta è l’unica possibile o ce ne possono essere altre. E se questa modalità  è compatibile con l’attuale quadro delle risorse. Dobbiamo chiederci se è accettabile che, del complesso della nostra informazione su internet, il 60% delle pagine viste siano quelle di Televideo – ovvero su un mezzo che mette insieme testi, immagini e suoni, noi siamo massicciamente presenti con la testata che, per propria natura, dispone solo di testi – e che il Tg1 ‘pesi’ il 4% dell’offerta Rai”. (ANSA).
SN/MRS S0A S57 QBXB