New media

20 aprile 2010 | 10:29

INTERNET: GARANTI PRIVACY A GOOGLE, PPIU’ TUTELE PER UTENTI

INTERNET: GARANTI PRIVACY A GOOGLE, PPIU’ TUTELE PER UTENTI
(AGI) – Roma, 290 apr – Infatti, attraverso Google Buzz, Google mail (o Gmail), nato come un servizio di posta elettronica one-to-one tra privati, e’ stato improvvisamente ‘trasformato’ in social network. Questo e’ avvenuto perche’, in modo del tutto autonomo, Google ha assegnato ad ogni utente di Google Buzz una rete di “amici” (followers) ricavati dalle persone con cui l’utente risultava comunicare piu’ spesso attraverso Gmail. Cio’ senza informare adeguatamente gli interessati di quanto si stava facendo e senza specificare le caratteristiche del nuovo servizio, impedendo in questo modo agli utenti di esprimere un consenso preventivo e informato.
Seconmdo il garante, con questo comportamento e’ stato violato un principio fondamentale e riconosciuto a livello mondiale in materia di privacy: ossia, che spetta alle persone controllare l’uso dei propri dati personali. Le Autorita’ riconoscono che Google non e’ l’unica societa’ ad avere introdotto servizi online senza prevedere tutele adeguate per gli utenti. Tuttavia, sollecitano Google a dare l’esempio, “in quanto leader nel mondo online”, incorporando meccanismi a garanzia della privacy direttamente in fase di progettazione di nuovi servizi on line. La lettera si chiude con la richiesta a Google di spiegare come intenda assicurare che in futuro le norme in materia di protezione dati vengano rispettate prima del lancio di nuovi prodotti.(AGI) red/Gal