New media

20 aprile 2010 | 15:21

TLC:VALDUCCI;2,3 MLN ITALIANI SENZA RETE,SERVIZI SOLO SU WEB

TLC:VALDUCCI;2,3 MLN ITALIANI SENZA RETE,SERVIZI SOLO SU WEB
URGE ROADMAP PER DIGITALIZZAZIONE CONTENUTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 APR – Sono 2,3 milioni gli italiani che hanno un difficile accesso a Internet perché del tutto privi di copertura o con problemi di accesso alla rete. Il dato è emerso nel corso di un convegno organizzato dalla presidenza della Commissione trasporti, poste e tlc della Camera dei deputati, presieduta da Mario Valducci, secondo il quale è dunque “urgente fissare le tappe di una ‘roadmap’ per la digitalizzazione dei contenuti e dei servizi come volano per la banda larga”. “Il Sistema Paese – ha proseguito Valducci secondo quanto si legge in una nota – non può più aspettare. Bisogna discutere e condividere rapidamente tra istituzioni, operatori e società  civile la tempistica dello ‘switch-off’ dalla carta ai contenuti digitali. In questo senso la pubblica amministrazione può dare un contributo determinante”. La ‘ricetta’ proposta da Valducci è costituita da cinque azioni strategiche: mettere a sistema tutte le infrastrutture di rete in banda larga necessarie per la competitività  del Sistema Paese; realizzare il catasto delle infrastrutture di rete come strumento di governance; attivare una cabina di regia Stato-Regioni per mettere a sistema le reti esistenti e coordinare gli interventi futuri; individuare regole di sviluppo certe a tutela della concorrenza e degli utenti; prevedere lo ‘switch-off’ dei servizi pubblici da cartacei a digitali. Stando ai dati presentati da ‘Il futuro della rete’, l’Osservatorio sulla diffusione delle reti telematiche e dei servizi online promosso dalla presidenza della Commissione, in Italia solo il 53% delle famiglie ha un collegamento a Internet (contro una media Ue27 del 65%), mentre Internet a casa in banda larga è una realtà  per appena il 39% delle famiglie (56% nella Ue). Inoltre 23 milioni di italiani sono esclusi dalla rete ultra broadband, che porta la velocità  fino a 100 Megabit al secondo. Finora, dice il rapporto, “non sono bastati né gli investimenti pubblici per la larga banda (1,3 miliardi di euro tra 2004 e 2009) né gli innumerevoli piani regionali e territoriali anti-digital divide”. (ANSA).
FP/ R64 S0A QBXB