Televisione

21 aprile 2010 | 15:55

RAI: UGL, MULTA 100 MILA EURO AGCOM? PAGHERANNO LAVORATORI

RAI: UGL, MULTA 100 MILA EURO AGCOM? PAGHERANNO LAVORATORI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 21 APR – “Chi pagherà  i centomila euro di multa che l’Agcom ha comminato alla Rai per avere omesso di realizzare l’indice di qualità , il cosiddetto ‘Qualitel’ per la valutazione dei suoi programmi?” E’ quanto chiede Fabrizio Tosini, segretario nazionale Ugl Telecomunicazioni-Rai. “Quali sono state le competenze aziendali che hanno causato la sanzione?”, aggiunge Tosini. “Sappiamo – prosegue il segretario nazionale Ugl Telecomunicazioni Rai – di parlare ad un muro di gomma, ma la determinazione dell’Ugl non si fermerà  qui. Sveleremo gli sprechi e gli sperperi aziendali, che la nuova gestione non riesce ad evitare”. Su chi paga, per Tosini la risposta è presto data: “Saranno i lavoratori a cui viene messo in discussione, oltretutto, anche il ‘premio di risultato’ quando tutto il personale della Rai svolge il suo dovere fino in fondo e di più per mantenere in piedi quest’azienda: il direttore generale dimostra di non saperla governare e la Rai è priva di un piano industriale. La gestione si prepara a tagli ragionieristici, ma non esprime capacità  di razionalizzazione e di controllo sulla spesa, sorvolando su collaborazioni, appalti, assunzioni di dirigenti esterni superflui ed esternalizzazioni che pesano oltremodo sul bilancio aziendale”. “Ci riserveremo – conclude Tosini – di investire le più alte autorità  istituzionali, nel caso in cui non dovessimo notare un drastico cambiamento di rotta. Noi non siamo disposti a pagare gli errori del management. Chi ha sbagliato, se ne vada”. (ANSA).
TH/ S0A QBXB