Editoria

23 aprile 2010 | 13:24

EDITORIA: BONAIUTI, STATI GENERALI A GIUGNO

EDITORIA: BONAIUTI, STATI GENERALI A GIUGNO
(AGI) – Roma, 23 apr. – Una prima fase di dibattimento tra tutte le parti interessate e poi a giugno gli stati generali dell’editoria. E’ questo schema che ha in mente il sottosegretario con delega all’editoria Paolo Bonaiuti e che ha illustrato oggi intervenendo a un convegno promosso dalla federazione italiana Liberi Editori. Bonaiuti ha spiegato che la fase di dibattimento e’ prevedibile che parta a maggio, con una durata di una quindicina di giorni che dovrebbero servire a realizzare una fotografia reale della situazione. Il sottosegretario ha definito questo periodo una sorta di “porte aperte” a ogni idea e proposta. Poi gli stati generali sara’ l’occasione per trovare soluzioni, “speriamo di concludere entro quel mese, altrimenti ci aggiorneremo a settembre o ai primi dell’autunno cosi’ da avere finalmente una sorta di mappa, una carta della situazione, quindi nel 2011 sapere come operare”. Bonaiuti ha anche sottolineato che gli attori del mondo dell’editoria devono arrivare agli stati generali “con i possibili risparmi, dovete venire con proposte in questa chiave, perche’ con i contributi non andiamo avanti, non andiamo da nessuna parte”. Il sottosegretario ha sottolineato anche che il rilancio “puo’ partire solo da un dato concreto: questo non puo’ essere il Paese di ben godi, del contributo indiscriminato. Non ci puo’ essere piu’ un sistema di contributi a pioggia. Bisogna salvare il salvabile, c’e’ bisogno di una rimescolata di carte da cui esca fuori una soluzione”. (AGI) Vic/Pro