Comunicazione, Editoria, Televisione

29 aprile 2010 | 9:36

FINI: FELTRI, NOTIZIA VERA MA DOPPIOPESISMO ENTRATO A PALAZZO

FINI: FELTRI, NOTIZIA VERA MA DOPPIOPESISMO ENTRATO A PALAZZO
(AGI) – Roma, 29 apr. – “Solite reazioni”. Cosi’ Vittorio Feltri, nel suo editoriale di oggi su ‘Il Giornale’, ha bollato le parole di Gianfranco Fini sull’articolo in cui ieri il quotidiano da lui diretto ha parlato degli interessi che avrebbe in Rai la suocera del presidente della Camera. E le reazioni che ha suscitato. Da qui il titolo a sei colonne in prima pagina: “Fini non smentisce e ci insulta”.
“Perche’, la notizia e’ falsa? No. Perche’ e’ vera. Evidentemente il mondo si e’ capovolto”, ha scritto Feltri, “o ci siamo capovolti noi. Avevamo sempre creduto che il nostro mestiere fosse raccontare la realta’. Ma secondo i nostri censori non e’ cosi’”.
Nell’articolo, “non abbiamo detto che questa storia nasconda qualcosa di irregolare. L’abbiamo segnalata perche’ a nostro avviso ha delle implicazioni di costume”. Ma si e’ scatenata un’ondata di reazioni.
Dunque, “il rimprovero mosso a noi e’ pretestuoso, ridicolo: non avete il diritto di mettere il naso nei fatti privati delle famiglie, invece l’avete ficcato in quelli di Fini. Sciocchezze. Un contratto con la Rai non ha nulla di provato. E’ pubblico”.
Invece, due giorni fa su Repubblica e’ uscito un pezzo che raccontava quella che sarebbe stata la vera causa del malore che colpi’ Umberto Bossi diversi anni fa. “Peccato che oltre a contenere delle inesattezze, faccia strame della privacy di Bossi”, spiega Feltri, se quelle “deliziose righe” le “avessimo pubblicate noi, intanto io sarei processato dal garante, probabilmente dalla giustizia ordinaria, sicuramente radiato dall’Ordine dei giornalisti senza lo straccio di una difesa della corporazione di cui faccio al momento parte”. Per il direttore, “il doppiopesismo e’ entrato fragorosamente nello stile del palazzo e in quello dei giornali”. (AGI)
Com/Sab