RAI: LEONE, NON SI ESCLUDE IN FUTURO OFFERTA PAY

RAI: LEONE, NON SI ESCLUDE IN FUTURO OFFERTA PAY
MA VA RATIFICATA DAL CDA CON APPROVAZIONE PIANO INDUSTRIALE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 APR – La Rai si presenta all’appuntamento con il 2010, anno decisivo per la transizione al digitale terrestre, con tredici canali, generalisti e tematici, tutti gratuiti. Ma per il futuro non esclude di predisporre un’offerta a pagamento: scelta strategica che va ratificata dal vertice dell’azienda nell’ambito del nuovo piano industriale. Lo ha spiegato il vicedirettore generale Giancarlo Leone, rispondendo alle domande dei cronisti in occasione della presentazione del restyling dei canali. “Non si esclude affatto di poter predisporre un’offerta a pagamento – ha spiegato Leone – ma la decisione deve essere presa e ratificata in sede di approvazione del nuovo piano industriale da parte del consiglio di amministrazione”. L’ipotesi pay potrebbe riguardare “finestre temporali o eventi ad hoc”. Fino a quel momento, comunque, ha concluso Leone, “i nostri sforzi saranno destinati a potenziare l’offerta free”. (ANSA).
MAJ/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi